Pubblicato da: Freex | 29 aprile, 2008

Lindelof e Cuse, Lost e la scienza

Per tutti i patiti delle discussioni e delle teorie scientifiche riguardanti Lost, Lindelof e Cuse hanno rilasciato recentemente un’intervista a Popular Mechanics, nella quale hanno approfondito l’argomento “scienza” in Lost.

Dopo il continua un riassunto dell’intervista con qualche traduzione delle parti salienti

A quanto pare, come molti fantasticavano da tempo, un’intera equipe  di persone si è occupata di passare al vaglio le possibili spiegazioni e soluzioni scientifiche da adottare nello show: a questo proposito Lindelof e Cuse specificano che, più che libri accademici, hanno passato al vaglio libri, fumetti, internet (compresa la Lost-nerdosfera, come la chiamano loro) perche “La scienza (che inseriamo nello show) deve essere corretta abbastanza da dare un senso di verosomiglianza, di credibilità alla storia” ha detto Cuse. “Ma noi stiamo sempre provando a tenerci in bilico lungo la linea che divide le due possibili spiegazioni, quella scientifica e quella mitico-magica, e siamo volutamente ambigui riguardo a quale potrebbe essere corretta.”

Lindelof aggiunge che questo non costituisce una scappatoia narrativa, e che loro non avevano mai promesso uno show interamente basato e radicato nella scienza.

A questo punto il discorso ha toccato il mistero “simbolo”, in Lost, di questa ambiguità fra scienza e fede: il Mostro. A questo proposito Lindelof ha definitivamente affossato l’ipotesi nanobots, aggiungendo che la vera natura del mostro non ci sarà nota che nel 2010, quando Lost sarà avviato in maniera decisa verso la sua fine.

In compenso gli autori hanno rivelato che, già nelle restanti puntate di questa stagione, alcuni grossi, grossissimi argomenti di scienza e di fisica verranno affrontati: uno su tutti l’LHC (Large Hadron Collider). Popular Mechanics ricorda che, secondo alcuni scienziati, l’LHC sarebbe in grado di produrre mini buchi neri, con i quali è possibile aprire un portale di sola andata per altri universi; un portale che può essere tenuto aperto solamente da una energia immensa, che nel caso di lost potrebbe essere un elettromagnete situato in un’isola deserta.

Michio Kaku, autore di Physics of the Impossible, pensa che i creatori di Lost stiano usando teorie scientifiche esistenti per creare una solida “base fantascientifica” per i tunnel spaziotemporali attraversabili, come già qualche tempo fa il video dell’Orchidea faceva presagire. Cuse e Lindelof hanno aggiunto che proprio questo video sarà importantissimo nei prossimi episodi.

Altro esempio di come Lost non sia legato ad una visione scientifico tecnologica troppo legata a quella reale, è il famoso telefono satellitare hi-tech che ha fatto la sua comparsa fin dal finale della scorsa stagione. “Non volevamo metterci nella posizione di essere legati solo a quello che già esiste, riguardo alla tecnologia” ha detto Cuse, subito incalzato da Lindelof che ha aggiunto “Abbiamo deciso che il nostro telefono satellitare sarebbe stato molto moderno, una versione altamente tecnologica”. Poi Lindelof fa notare che abbiamo a che fare con un oggetto di proprietà di un cattivo ragazzo, in grado di architettare depistaggi e falsi ritrovamenti di aerei.

Per finire, registrando il grande successo che Lost ha avuto anche grazie a questo legame con la scienza, popular Mechanics parla della Lostsfera, cioè di tutto quello che di Lost si scrive e si legge sul web. A questo proposito, hanno scomodato nientepopodimeno che DarkUfo, il quale conferma il continuo interesse degli spettatori per il mega-interrogativo “scientifico” che li assila fin dall’inizio di Lost: “Che cosa diavolo è l’Isola?”.

Fonte:[Popular Mechanics]


Responses

  1. […] cosa sia e come  possa essere collegato a Lost e ai presunti viaggi nel tempo, vi rimandiamo a questo articolo, dove Lindelof e Cuse approfondiscono l’argomento scienza in […]

  2. ehhh è proprio questo il punto…
    – che cos’è l isola? Non ricordo dove ho letto qualcosa sull isola di Mu… Anch essa invisibile e con grandi poteri…


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: